ETICHETTATURA ALIMENTARE

Caratteristiche di Etichettatura Miele 2017

Posted On Febbraio 13, 2017 at 12:31 am by / No Comments

etichetta_del_mieleQuesto articolo riguarda la  descrizione delle caratteristiche di etichettatura miele 2017 per il confezionamento di diversi TIPI DI MIELE. L’immagine si riferisce ad un prodotto confezionato contenuto in barattolo di vetro, con chiusura in metallo.

Le principali novità riguardanti le caratteristiche di etichettatura del miele sono la tabella nutrizionale, i requisiti del campo visivo ed i criteri di leggibilità. Per quanto riguarda l’etichettatura nutrizionale, essa riporterà i dati riguardanti l’energia dell’alimento, espressa in kJ o Kcal. Utile ricordare che il miele è un alimento costituito da zucchero e proteine e non contiene grassi e nemmeno sale. Alcune di queste novità riguardano anche l’etichetta della pappa reale, del polline, del propoli e di altri prodotti da alveare.

In particolare, sul fronte della confezione, il cosiddetto “campo visivo” deve riportare in modo chiaro oltre alla denominazione di vendita anche la quantità netta. Tutti i caratteri dovranno rispettare i criteri di leggibilità delle normative di riferimento (L.304/46, allegato: IV, art. 13 punto 2).

Vengono di seguito descritti alcuni criteri generali per effettuare una corrette caratteristiche di etichettatura miele 2017, in regola con l’ultima normativa 1169/2011. In particolare l’etichetta a norma dovrebbe riportare le seguenti caratteristiche

  1. Denominazione di vendita: MIELE
  2. Origine botanica: “di castagno”
  3. Origine geografica: “dei Colli Euganei”
  4. Criteri di Qualità: “DOP” (denominazione di origine protetta)
  5. Quantità netta di alimento: peso netto (espresso in grammi)
  6. Termine minimo di conservazione: “Da consumarsi preferibilmente entro”
  7. Nome, ragione sociale e indirizzo: “Prodotto e Confezionato da”
  8. Provenienza: “Paese di Origine”
  9. Indicazioni di tracciabilità: “Numero di Lotto L”
  10. Tabella nutrizionale: Informazioni nutrizionali (energia, grassi, carboidrati,…)
  11. Marchio Europeo: “e” (a lato del peso)
  12. avvertenze ambientali : logo per il corretto smaltimento della confezione

La confezione inoltre potrebbe essere chiusa con l apposizione di un apposito sigillo di garanzia.

Le sanzioni previste per l’errata etichettatura del miele variano da un minimo di 600 euro ad un massimo di 6000 euro. La sanzione prevista per pubblicità ingannevole ammonta a 18000 euro.

Il Portale di EtichettaAlimentare.com propone il servizio di controllo della conformità dell’etichettatura del miele. Scrivi alla Nostra Redazione e ottieni informazioni, segui il link http://www.etichettaalimentare.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *