ETICHETTATURA ALIMENTARE

Il protocollo HACCP nelle attività di ristorazione

Posted On Agosto 22, 2017 at 9:12 pm by / No Comments

Il protocollo HACCP nelle attività di ristorazione deve seguire delle precise regole. Non basta rispettare i 7 principi base del protocollo: la legge impone anche delle disposizioni che ogni singolo esercente deve rispettare.

Haccp nelle attività di ristorazione: le disposizioni igieniche

La lavorazione e la produzione del cibo deve essere gestita in modo tale da garantire in ogni fase le adeguate condizioni igieniche.

Il protocollo HACCP nelle attività di ristorazione prevede di affiancare le 7 regole base con alcune norme di sicurezza alimentare:

  • Alimenti certificati. La qualità del cibo deve essere certificata, facendo in modo di acquistare solo alimenti di prima scelta e facendo attenzione alle scadenza o al deterioramento degli stessi.
  • Separazione di cibi cotti e crudi. All’interno delle celle frigorifere è fondamentale separare gli alimenti già sottoposti a cottura da quelli che sono ancora crudi, per evitare eventuali contaminazioni.
  • Attenzione agli utensili utilizzati. Ogni addetto alla ristorazione deve accuratamente monitorare gli utensili utilizzati nella preparazione dei cibi. Non bisogna mai far entrare in contatto quelli che hanno toccato alimenti crudi da quelli che invece servono per preparare insalate o dessert.
  • Pulizia degli ambienti. Disinfezione e disinfestazione periodiche sono obbligatorie, per assicurare sempre un ambiente pulito e igienizzato. Attenzione, però, a non mettere mai i prodotti chimici utilizzati per la pulizia vicino agli alimenti.
  • Utilizzo di uova pastorizzate. Nella preparazione di alcuni cibi bisogna utilizzare uova pastorizzate, se non è possibile attuare un opportuno processo di riscaldamento.
  • Collocazione dei cibi. È necessario fare attenzione a collocare gli alimenti secondo la corretta temperatura, soprattutto se sono facilmente deperibili. Alcuni vanno surgelati, altri refrigerati e quelli a lunga conservazione devono essere riposti in un luogo fresco.

Un’attenzione costante per un’igiene alimentare efficace

Per rispettare sempre le norme di HACCP nelle attività di ristorazione è opportuno eseguire delle verifiche costanti.

Tutti gli alimenti acquistati devono essere controllati in modo minuzioso. Bisogna accertare che le condizioni di trasporto siano state adeguate e che arrivino al ristorante senza subire deterioramenti. La data di scadenza e quella di produzione sono due fattori determinanti, che ogni addetto OSA deve sottoporre a controlli prima di lavorare gli alimenti.

La manutenzione delle apparecchiature interne e la pulizia degli utensili sono due elementi base per mantenere le norme igieniche. Se non vengono rispettate queste precise indicazioni si rischia di dover pagare delle sanzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *