etichette dei cibi biologici
ETICHETTATURA ALIMENTARE

Etichettatura dei prodotti biologici: attenzione!

Posted On Settembre 1, 2017 at 2:56 pm by / 2 Comments

Con l’etichettatura dei prodotti biologici si devono rispettare le norme indicate nel Regolamento CE 834/2007. La normativa europea specifica, infatti, quali sono le caratteristiche di base che distinguono un alimento proveniente dall’agricoltura o dall’allevamento bio e quali non ne fanno parte. Attenzione, dunque, alle etichette non conformi o incomplete!

Cos’è l’agricoltura biologica?

Nell’epoca odierna si rende necessario prestare più attenzione alla propria salute, non soltanto cercando di mantenere uno stile di vita sano, ma monitorando l’alimentazione. Tra uova contaminate e infezioni dovute alla vendita di carni infette, oggi più che mai si ricercano alimenti privi di eventuali contaminanti.

I prodotti biologici rappresentano una garanzia contro il rischio piuttosto frequente di consumare alimenti dannosi per l’uomo.

Che si parli di prodotti della terra o animali, la parola “biologico” si può utilizzare solo se si rispetta il ciclo naturale della vita, senza alterarlo, e si rispettano le caratteristiche della natura.

Nell’agricoltura biologica si utilizzano solo materie prime che non hanno mai richiesto l’uso di concimi chimici o insetticidi. Nell’allevamento biologico, gli animali pascolano in terreni ad hoc e se si ammalano non sono curati con antibiotici, ma con prodotti omeopatici. Nella pesca biologica, i pesci sono allevati secondo determinate tecniche e norme, che ne limitano le contaminazioni.

Modalità di etichettatura dei prodotti biologici

Le etichette dei prodotti biologici, per essere riconosciuti a livello europeo, devono avere il logo ufficiale predisposto per l’alimentazione bio. Si tratta di una foglia stilizzata, detta Euro-Leaf.

Ecco, invece, le diciture da leggere attentamente su ogni etichetta:

  • Prodotto bio. Questa terminologia può essere utilizzata solo se il 95% dei suoi ingredienti rispetta i principi del metodo biologico.
  • Denominazione di vendita.
  • Denominazione dell’azienda produttrice.
  • Peso netto.
  • Termine minimo di conservazione.
  • La sigla UE oppure NON UE.
  • Il codice dell’Organismo di Controllo autorizzato dal Ministero delle Politiche agricole.
  • Lista degli ingredienti, specificando eventuali allergeni.

Altre informazioni, relative al metodo di lavorazione o produzione, sono del tutto facoltative.

Alcuni prodotti possono non essere interamente biologici, ma avere solo uno o più ingredienti bio. In questi casi è obbligatorio specificarlo nell’etichettatura per correttezza verso il consumatore.

Le etichette dei cibi biologici sono la prova che si sta acquistando un prodotto davvero sano. Genuinità e sapore, dunque, diventano due fattori fondamentali, che si fondono in maniera armonica.

2 thoughts on “Etichettatura dei prodotti biologici: attenzione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *