Come nasce un'etichetta
ETICHETTATURA ALIMENTARE

Come nasce un’etichetta alimentare

Posted On Settembre 30, 2017 at 10:51 pm by / 1 Comment

Vi siete mai chiesti come nasce un’etichetta alimentare? Siamo talmente abituati alla presenza dell’etichettatura negli alimenti che acquistiamo ogni giorno, che non ci poniamo nemmeno il problema. In realtà, però, dietro quel semplice “pezzo di carta” c’è un lavoro enorme che adesso vogliamo approfondire.

La realizzazione di un’etichetta

Le grandi o piccole aziende per legge hanno l’obbligo di dare determinate informazioni sui prodotti che intendono commercializzare. Informazioni dettagliate devono essere indicate, quindi, nelle etichette alimentari, per tutelare e informare il consumatore. Indicazioni nutrizionali, allergeni e scadenza sono solo alcune delle diciture che si trovano su ogni etichetta.

Ma come nasce un’etichetta alimentare? Tutto parte dall’idea di base che deve rappresentare il prodotto in questione.

Le grandi distribuzioni e i brand più conosciuti mantengono la stessa impostazione per tutti i loro prodotti. Le aziende produttrici minori, invece, partono dalle regole di base previste per legge in tema di etichettatura alimentare, ma cercano di realizzare qualcosa che li distingua dalla concorrenza.

L’etichetta deve essere leggibile, interessante, utile e capace di rimanere impressa nella mente del consumatore. Bisogna, dunque, tenere in considerazione i caratteri, sia in termini di grandezza che di tipologia, e tenere a mente che per attrarre un cliente deve attirare l’attenzione.

I protagonisti nella realizzazione di un’etichetta

Nel progetto di ideazione di un’etichetta ci sono diverse figure che svolgono un ruolo importante.

Il primo e fondamentale compito è affidato all’azienda produttrice che deve gettare le basi dell’idea: è suo dovere esprimere i valori del prodotto, le sue caratteristiche e curiosità che potrebbero interessare l’acquirente.

L’idea non basta: un’etichetta deve essere anche realizzata! Dopo aver raccolto tutte le idee bisogna saperle mettere in pratica e visualizzarle in modo interessante.

La grafica in questa fase è fondamentale. È necessario essere capaci di inserire tutte le informazioni in uno spazio ristretto, senza risultare pesanti nella lettura e senza omettere nessun dettaglio. Inoltre, soprattutto nella grafica del logo aziendale, è importante usare colori e temi che riescano a rimanere impressi nella mente.

Infine, dopo che l’etichetta è stata realizzata bisogna effettuare un’analisi approfondita di controllo per verificare se sia stata rispettata la normativa in fatto di etichettatura e poi affidare il progetto alla fase successiva: la stampa.

Come nasce un’etichetta: il grafico e le sue mansioni

Sempre più aziende cercano di produrre nuove etichette per i loro prodotti e la figura del grafico è diventata una delle più ricercate.

Requisiti fondamentali per svolgere al meglio questa mansione sono:

  • Originalità
  • Creatività
  • Capacità artistiche

L’esperienza ha di certo la sua importanza, ma se persiste la voglia di mettersi in gioco unita ad una buona dose di conoscenze di base, è facile riuscire a creare nuove etichette per ogni settore.

Anche il team di etichettaalimentare.com è sempre alla ricerca di grafici in grado di realizzare delle etichette nuove.

Se siete interessati a svolgere questa mansione potete contattare la redazione all’indirizzo mail info@etichettaalimentare.com

One thought on “Come nasce un’etichetta alimentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *