dichiarazione nutrizionale
ETICHETTATURA ALIMENTARE

Dichiarazione nutrizionale sotto i riflettori

Posted On Ottobre 9, 2017 at 11:44 am by / 1 Comment

La dichiarazione nutrizionale presente obbligatoriamente nelle etichette alimentari consente di conoscere tutti i principi nutritivi contenuti all’interno di un dato prodotto. In questo modo è più facile per il consumatore sapere se il prodotto è genuino: l’importante è sapere leggere “tra le righe” ogni singola voce per trarne le conclusioni e decidere se acquistarlo o meno. Oggi poniamo sotto esame la dichiarazione nutrizionale per evitare dubbi o disinformazione.

La dichiarazione nutrizionale sotto esame

La dichiarazione nutrizionale si presenta nelle etichette sotto forma di tabella nutrizionale, dove ad ogni singola voce corrispondono dei numeri ben precisi calcolati appositamente per quel prodotto.

Tutti i valori si riferiscono a 100 grammi di prodotto o a 1 porzione (o 1 pezzo). Ognuno di essi possiede un valore energetico espresso secondo due modalità:

  • Kcal: indica la chilocaloria. Nel gergo alimentare serve per esprimere l’energia che è contenuta negli alimenti. Nel dettaglio, 1 Kcal corrisponde a 1000 calorie.
  • Kjoule: indica il calore nel sistema internazionale. Una caloria corrisponde a 4.186 Kjoule.

A seconda del fabbisogno calorico giornaliero bisogna tenere in considerazione questi valori energetici, per evitare di assumere troppe calorie o troppo poche.

I principi nutritivi espressi nella dichiarazione nutrizionale sono: proteine, carboidrati, grassi, vitamine, fibra e sodio.

Le proteine

Il ruolo delle proteine è fondamentale nel fabbisogno delle persona perché svolgono una funzione plastica, determinante nella costruzione o ricostruzione dei tessuti.

Si consiglia di assumere un quantitativo di proteine di circa 20% al giorno dell’apporto calorico assunto.

I carboidrati

Detti anche zuccheri o glucidi, i carboidrati servono a dare energia per svolgere le azioni quotidiane. Vanno, però, assunti con moderazione perché se la dose supera quella consigliata si trasformano in grasso.

Il quantitativo ideale è 50% dell’apporto totale delle calorie.

I grassi

Conosciuti come grassi o lipidi, sono elementi che servono per garantire energia all’organismo. Possono essere saturi, insaturi o polinsaturi essenziali.

L’apporto ideale giornaliero è di 25%.

Le vitamine

Il loro ruolo è determinante per proteggere l’organismo dalle eventuali malattie, perché svolgono una funzione regolatrice dei diversi organi.

Il corpo però non è in grado di produrle spontaneamente e quindi è necessario introdurle con una dieta alimentare.

I sali minerali

Come le vitamine, anche i sali minerali hanno un ruolo di regolazione negli organi umani e gli permettono di funzionare al meglio.

Un apporto di ferro, fosforo e calcio sono indispensabili per una dieta sana e benefica per l’organismo.

La fibra alimentare

La fibra alimentare, che può essere solubile o insolubile, serve a regolare le funzioni intestinali, prevenire forme di tumori e diminuisce il rischio di malattie cardiovascolari.

La quantità indicato per l’organismo è di 20/35 grammi al giorno.

Il sale

Il sale, che viene indicato anche con la parola sodio, è molto importante nell’alimentazione dell’uomo, ma spesso il suo uso nella cucina diventa eccessivo provocando, invece, problemi di salute.

Bisognerebbe limitarne l’uso a non più di 8 grammi al giorno.

Consultare la dichiarazione nutrizionale è una risorsa per curare l’organismo, per sapere in modo accurato cosa serve o cosa può risultare dannoso e tutelare la nostra salute. Ricordiamo, inoltre, che a partire dal 2016 è obbligatoria secondo il Reg. UE 1169/2011, che ne regola le disposizioni.

One thought on “Dichiarazione nutrizionale sotto i riflettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *