marmellata di castagne
ETICHETTATURA ALIMENTARE

È autunno: parliamo di etichettatura della marmellata di castagne

Posted On Novembre 26, 2017 at 11:11 pm by / No Comments

A partire dal periodo autunnale nelle nostre dispense non possono mancare le marmellate di castagne. Ma cosa devono presentare le etichette per dare tutte le informazioni utili al consumatore? Cerchiamo di approfondire come nasce la marmellata di castagne e cosa i produttori devono indicare a garanzia del prodotto.

Castagne: marmellata o confettura?

Una sottile ma significativa differenza separa la parola marmellata da confettura. Spesso i due termini vengono usati come sinonimi ma in realtà indicano due cose ben diverse.

Si parla di marmellata quando il prodotto è stato realizzato con zucchero e agrumi e la frutta presente deve essere almeno il 20%.

Si parla di confettura quando nel prodotto si utilizzano zucchero e purea di frutta o polpa per il 35% nelle confetture regolari e per il 45% in quelle definite extra.

E nel caso delle castagne di cosa è più giusto parlare? La disposizione normativa di riferimento che ha introdotto i termini della differenza tra marmellata e confettura, D.P.R. 8 giugno 1982, n. 401, che attua la direttiva (CEE) n. 79/693, vale anche nel caso delle castagne.

Se il prodotto contiene 380 grammi di castagna o più non rientra nella categoria delle marmellate ma in quello delle confetture e nello specifico si parla di crema di marroni.

L’etichettatura della marmellata di castagne e crema di marroni

Che si parli di marmellata di castagne o di crema di marroni è bene sapere quali informazioni ricercare all’interno delle etichette.

Ecco i punti fondamentali:

  • Il totale di frutta utilizzata espressa in grammi
  • Gli zuccheri totali espressi in grammi
  • Ingredienti
  • Scadenza o termine minimo di conservazione
  • Informazioni sulla produzione e sul confezionamento
  • Presenza eventuale di zuccheri aggiunti o addensanti
  • Informazioni aggiuntive sulla varietà utilizzata e la provenienza delle castagne
  • Chiarezza sul tipo di prodotto: confettura (normale o extra) o marmellata

Dopo aver approfondito con qualche curiosità circa le calorie delle castagne o le sue caratteristiche, un’etichetta riesce a dare tutte le informazioni base in modo che ciascuno possa comprare la relativa marmellata o confettura con consapevolezza, in base alle proprie esigenze alimentari o legate alle diete e ai gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *