etichette FDA
ETICHETTATURA ALIMENTARE

Etichette FDA: quali sono le novità?

Posted On Dicembre 3, 2017 at 9:02 am by / No Comments

Le nuove etichette FDA fanno già discutere: cambiamenti, novità e inevitabili costi aggiuntivi per l’aggiornamento delle tabelle nutrizionali generano confusione e anche qualche comprensibile dubbio. Cerchiamo di comprendere, quindi, in cosa saranno diverse dalle etichette tradizionali e da quando le vedremo già nei prodotti in vendita nei supermercati.

Come cambiano le etichette FDA

È di un anno fa la decisione della FDA (Food and Drug Administration) di cambiare le regole in fatto di etichettatura alimentare negli USA. Nel dettaglio, l’attenzione è posta verso le tabelle nutrizionali, che subiscono delle modifiche importanti.

L’associazione ha apportato questi cambiamenti tendendo conto delle esigenze e delle diverse evoluzioni che durante gli anni hanno modificato le abitudini alimentari. Infatti, queste tabelle devono basarsi su considerazioni più pratiche e meno teoriche, cercando di discostarsi da dati ipotetici o diete speciali.

Inoltre, si vuole combattere l’insorgenza di malattie che compromettono la salute dell’uomo, come quelle cardiache. Naturalmente, è chiaro che servono anche per contrastare il fenomeno dell’obesità, sempre più diffuso.

La nuova “Nutritrion facts label”

L’etichetta dei valori nutrizionali, o Nutrition Facts Label, avrà le seguenti novità:

  • Serving size. Vengono aggiornate le dimensioni delle singole porzioni
  • Servings container. Subiscono aggiornamenti anche le porzioni per confezione
  • Calories. La voce riferita alla calorie viene evidenziata da un carattere più grande e più marcato.
  • Calories from fat. Questa indicazione, che indica le calorie da grassi, non è più necessaria e scompare del tutto
  • Daily value. Le percentuali riferite alle quantità giornaliere sono diverse.
  • Vitamina A e C. Non esiste più un riferimento a questi due tipi di vitamine.
  • Vitamina D e Potassio. Ecco le due voci che diventano obbligatorie nelle nuove etichette.
  • Zuccheri aggiunti. Adesso bisogna indicare la quantità di zuccheri aggiunti con la dicitura Dietary fiber.

Tempistica delle nuove disposizioni

Inizialmente, secondo il Food and Drug Administration tali cambiamenti dovevano essere messi in atto entro e non oltre il 2018.

Alla luce delle difficoltà e dei dubbi delle aziende produttrici si è deciso di recente di prorogare tale termine ultimo, ma non è stata stabilita ancora una data precisa.

Le nuove etichette FDA entreranno, quindi, in vigore gradualmente, anche per permettere al consumatore di abituarsi al cambiamento. Le aziende produttrici italiane che vogliono importare i loro alimenti in America devono perciò cominciare ad aggiornare le loro tabelle secondo queste nuove regole.

Un esempio che chiarifica le differenze in termini di grafica e informazioni lo offre proprio il Food and Drug Administration con questa tabella di riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *