packaging
ETICHETTATURA ALIMENTARE

La nuova frontiera del packaging: commestibile e biodegradabile

Posted On Gennaio 29, 2018 at 3:04 pm by / 3 Comments

Stanchi del solito packaging alimentare? Niente paura, il futuro ha in serbo delle grosse novità per quanto riguarda gli imballaggi dei cibi, che presto saranno tutti biodegradabili e persino commestibili. Vediamo cosa sta cambiando nel settore e in cosa consistono le novità.

Packaging alimentare: troppi sprechi a discapito della natura

Quando scartiamo un alimento dove finisce il suo imballaggio? Naturalmente nella discarica, accumulandosi senza poter essere spesso nemmeno riciclato.

Per risolvere questo grosso problema sia economico che ambientale (spesso li ritroviamo riversi ad inquinare mari e natura!) si stanno sperimentando nuovi packaging, innovativi perché organici e biodegradabili.

Molti imprenditori si dicono a favore di questo cambiamento che proietta il packaging nel futuro, rispettando l’ambiente e riducendo i costi.

Danone e Nestlé Waters hanno avviato una vera e propria campagna di sperimentazione con un’azienda biotech, la Origin Materials, per realizzare una bottiglia con plastica completamente biodegradabile.

Ma non sono gli unici che si stanno muovendo per rinnovarsi in tal senso: in Italia anche la San Pellegrino ha deciso di seguire questa strada innovativa.

Packaging commestibile? Oggi è possibile…

In un futuro non troppo lontano non sarà affatto strano mangiare anche il packaging che avvolge il cibo che compriamo. Quella che oggi sembra fantasia, presto diventerà la nuova frontiera degli imballaggi, vediamo in che modo:

  • A New York si stanno sperimentando dei contenitori a base di funghi
  • A Londra si è deciso di utilizzare le alghe per creare contenitori organici

Questi sono solo alcuni esempi di come si sta evolvendo questo settore legato all’alimentazione, che tiene conto anche di aspetti come la praticità e la lotta allo spreco.

Oltre a poter essere mangiati, i nuovi pacchetti alimentari danno una svolta al problema dell’inquinamento. Riducono i problemi di accumulo a terra perché biodegradabili e in alcuni casi si possono anche aggiungere a sostanze liquide calde, perché si sciolgono e non fanno male. È questo il caso di alcune tipologie di pasta che si possono cuocere con tutta la confezione!

Stop ai rischi per l’uomo

Oggi molti contenitori possono nuocere alla salute dell’uomo, come alcuni rivestimenti di lattine e bottiglie. Se si usassero invece gli scarti alimentari si potrebbero risolvere molti di questi problemi che sono da sempre argomenti cruciali in tema di sicurezza alimentare.

Protagonista di questa nuova tendenza è un’azienda italiana, Biocopac Plus, che da tempo di dedica alla ricerca di un prototipo di lattina realizzato con elementi estratti dalle bucce di pomodoro.

Insomma, è chiaro che il cambiamento è già in atto e presto anche i consumatori potranno godere dei suoi vantaggi.

3 thoughts on “La nuova frontiera del packaging: commestibile e biodegradabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *